top of page

Sito di test atomici a Gottow

Il sito di test chimico-fisico a Gottow sul sito del sito di test West è stato costruito intorno al 1937/38 ed è stato progettato per circa 1.000 dipendenti. L'intenzione era quella di coinvolgere il maggior numero possibile di istituzioni scientifiche nella risoluzione dei compiti di ricerca militare sempre più estesi o di collaborare con esse. Così Gottow si è sviluppato nella struttura più moderna del sito di test dell'esercito. Presso il sito di test di Gottow, tutte le nuove scoperte scientifiche sono state testate per l'usabilità militare. Tra le altre cose, è stata condotta un'intensa ricerca nei settori dell'ottica, dei convertitori di immagini, dell'ultrarosso, degli ultrasuoni, dell'elettronica, della scienza dei materiali, della tecnologia di misurazione e anche dei carburanti per missili. La struttura di prova era gestita dall'Army Weapons Office WaPrw 1 (munizioni e balistica). Ecco alcuni esempi:

Ingegneria nucleare:

Come parte del progetto sull'uranio, la fissione nucleare, scoperta da Otto Hahn e Fritz Straßmann nel 1938, doveva essere resa tecnicamente utilizzabile. L'obiettivo di Kurt Diebner era sviluppare un reattore nucleare operativo. A tal fine, lui e il suo team hanno effettuato tre serie di test (prove da GI a G III). Gli allestimenti sperimentali consistevano in una sorgente di neutroni, cubi di uranio naturale e paraffina o acqua pesante come moderatore. Il gruppo si è trovato in competizione per i materiali scarsi con altri progetti di ricerca simili nel Reich. L'uranio richiesto veniva fornito principalmente dalle officine Oranienburger Auer, l'acqua pesante proveniva dalle officine Vemork della società Norsk-Hydro (Norvegia). A causa dell'aumento dei bombardamenti su Berlino, il dipartimento di ricerca di Berlino dell'Ufficio delle armi dell'esercito fu completamente trasferito a Gottow a metà del 1943. Nella primavera del 1944, dopo diversi test documentati sul reattore a Gottow, fu eseguito il test G III b con 564 kg di cubi di uranio e quasi 600 litri di acqua pesante. La valutazione degli esperimenti ha portato a un aumento dei neutroni del 106% per G III b. Questi valori erano ben al di sopra di tutti i risultati raggiunti in precedenza. Il concetto di reattore di Diebner aveva dimostrato la sua idoneità. Nell'autunno del 1944, Diebner iniziò un nuovo test del reattore a Gottow, le cui circostanze non sono state chiaramente chiarite fino ad oggi. A quanto pare, si è verificato un incidente nell'impianto nucleare, la cui entità sarebbe denunciabile secondo i criteri odierni ea seguito del quale i dipendenti sono stati esposti alle radiazioni. Il gruppo non è riuscito a ottenere una reazione a catena stabile fino alla fine della guerra nel 1945.

Oggi si può vedere solo il resto del primo reattore nucleare tedesco, uno spazio vuoto incarnito, quasi quadrato, fatto di acciaio e cemento. Quello sopra per mimetizzarsil'edificio di prova in legno con il reattore sperimentale fu demolito dai russi dopo la guerra. A circa 200 m di distanza c'erano delle case in muratura, anch'esse mimetizzate contro le ricognizioni aeree, dove erano ospitati i laboratori degli scienziati. Oggi non esistono più. Gli scienziati avevano anche il loro banco di prova, accanto ai banchi di prova dei razzi, che ora è un rudere.

Agenti di guerra chimica:

ILsviluppo più noto del VIl sito della richiesta era la sostanza N, un composto di fluoro inorganico aggressivo sviluppato con un grande coinvolgimento da Wolfram Eschenbach, che a sua volta schchi poteva incendiare materiali infiammabili e chi, poco dopo, ne aveva uno proprio, enorme fabbrica di produzione sotterranea è stato costruito vicino a Falkenhagen. La sostanza N è stata utilizzata come ossidante immagazzinabile ad alta energia nella tecnologia missilisticanon fornito.

missilistica:

La prima inquadratura mostra una stazione di pompaggio. Appartiene al doppio banco di prova 7 e prevede il raffreddamento ad acqua. Per quanto si sa, i motori per "Aggregat 4", "Retribution Weapon 2" della Wehrmacht, sono stati testati qui. I canali per le linee di alimentazione e gli strumenti di misura sono ancora visibili nel cemento solido, così come le aperture di osservazione rivestite in acciaio. Sul retro di questo muro di cemento c'è la sala di osservazione. I portelli di osservazione erano dotati di periscopi perché si temeva che il vetro blindato - come quello usato nei vecchi banchi di prova - non avrebbe resistito a un'esplosione.

Struttura del sistema:

La struttura del sito di prova consisteva in due edifici paralleli lunghi oltre 500 m, un deposito di munizioni e un poligono di tiro di prova. Entrambi gli edifici sono stati suddivisi in un totale di cinque gruppi di edifici. Ognuno di essi era costituito da otto sale di prova, a cui si accedeva centralmente tramite un enorme passaggio sotterraneo protetto dalle schegge. Altri edifici minori con laboratori e banchi prova, separati da alte murature antiframmentazione, erano addossati al blocco settentrionale. Il collegamento è stato realizzato anche tramite un altro corridoio parzialmente interrato. I laboratori simili a bunker erano fuori terra, ma erano stati parzialmente ricoperti di terriccio. Ricoperta dall'erbaerano appena visibili dall'alto. Il sito di test di Gottow ne aveva uno per i suoi dipendenti e per il trasporto di materialen proprio collegamento ferroviario. Quasi tutti gli edifici erano sulla  Feldeisenbahncon una carreggiata di 750 mm.

C'era anche un bunkerStazione ferroviaria,che rifornivano principalmente la centrale alimentata a olio pesante:

immagini dacentrale elettrica, che fino a poco tempo fa era sott'acqua. Questo è il motivo per cui è presente l'alto livello di ruggine:

Ho già presentato il banco prova 7. Passiamo ora agli altri 7 banchi di prova, che sono anche i luoghi più interessanti del sito. Alcune informazioni sugli  edifici sovietici arrivano alla fine.banco di prova 1: